Eco power zero residence

Eco power zero residence

ECO RESORT || L’azienda con sede nel Regno Unito, Green Concept Management, ha rivelato piani per costruire il primo resort sostenibile di lusso in Europa, proprio qui in Algarve. Il progetto, chiamato Eco Power Zero Residence, consiste nella costruzione di 20 case indipendenti nell’area di Portimão, che secondo l’azienda permetterà ai suoi abitanti di vivere una vita libera da CO2. Con il supporto del consiglio di Portimão e in associazione con l’Università dell’Algarve, questo progetto sarà “il primo del suo genere a vantare abitazioni di lusso con emissioni di carbonio zero in Europa”.
Un resort può essere energeticamente autosufficiente da gennaio a dicembre, grazie all’energia rinnovabile proveniente da pannelli solari e micro turbine eoliche. Oltre a un approvvigionamento individuale di energia rinnovabile, costruzione sostenibile e elettrodomestici a risparmio energetico, ogni casa avrà un’auto elettrica, che permetterà ai suoi abitanti di spostarsi nella regione rispettando l’ambiente. Per dimostrare la fattibilità del progetto, Green Concept Management ha effettuato una ricerca basata su una casa media di quattro residenti permanenti (nell’area di Portimão, occupando 300 metri quadrati con un alto livello di comfort moderno). I risultati mostrano che questo tipo di casa produce circa 42,5 tonnellate di CO2 all’anno. Tuttavia, se tutta la sua energia elettrica fosse fornita da pannelli solari, potrebbe risparmiare fino a 37,5 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno, riducendo le emissioni totali a sole 4,5 tonnellate. Questo significa che le Eco Power Zero Residences potrebbero, infatti, fornire alloggio 24 ore su 24 con solo il 10% delle emissioni di CO2 rispetto alle case normali. “Crediamo che ciò sia fattibile a Portimão”, afferma Guy de Maillé, portavoce di Green Concept Management.

Informazioni sul progetto

Il progetto, chiamato Eco Power Zero Residence, consiste nella costruzione di 20 case indipendenti nell’area di Portimão, che permetterà ai suoi abitanti di vivere una vita libera da CO2.

Posizione: Portimão

Tipo di progetto: Resort di lusso sostenibile

Architetto: João Nuno Laranjo

Risparmio sulle emissioni di CO2: 90%

La sindaca di Portimão, Isilda Gomes, è d’accordo: in un’intervista esclusiva con il residente, ha detto che “la scienza e la tecnologia sono evolute in modo tale da credere che un giorno sarà possibile un’emissione di carbonio zero“. Ha aggiunto che “l’Algarve è il luogo ideale per questo tipo di progetto, a causa delle sue risorse naturali. Abbiamo una grande capacità di sfruttare e immagazzinare energia solare, quindi possiamo fare un passo avanti significativo nella riduzione delle emissioni di CO2”. Come membro del Consiglio Nazionale per lo Sviluppo Ambientale e Sostenibile, la sindaca è naturalmente entusiasta di questo progetto, che spera porterà anche più turismo di qualità nella regione. “Non ho dubbi che questo progetto sia di grande qualità e sicuramente attirerà un altro tipo di turisti con maggior potere d’acquisto, che è anche quello che puntiamo in città. Vogliamo scuotere l’economia“. Il nuovo sviluppo sarà costruito nella zona di Mexilhoeira Grande, che è stata scelta per la sua “esposizione solare, accessibilità e vicinanza ad aree chiave di intrattenimento, come spiagge e campi da golf”. È stato scelto anche per “essere un’area che non è ancora sovrappopolata. Per noi, Portimão è il luogo giusto, considerando l’ambiente, le attività sportive, le strade, gli aerodromi e, ovviamente, il clima“, spiega Guy de Maillé. Infatti, il sindaco locale afferma che “poiché il progetto sarà costruito a Mexilhoeira Grande, non aggiungerà pressione alle aree costiere che sono già molto popolate“. Questo è parte del motivo per cui guarda favorevolmente questo progetto, che ritiene sia “Diverso da tutto ciò che abbiamo visto prima. Merita la nostra migliore e massima attenzione. Inoltre, è magnificamente progettato. I progetti autosufficienti sono un contributo prezioso al turismo”, ci ha detto. “E poiché al momento non abbiamo nulla di simile, sarebbe fantastico per Portimão e l’Algarve”. Le residenze di lusso, che includono cinque stanze da letto, una piscina, un garage e altre strutture, sono state progettate dal noto architetto francese Henrich Fitger, utilizzando metodi di costruzione moderni, soprattutto in termini di isolamento termico e protezione solare. L’architettura è stata affidata all’architetto portoghese João Nuno Laranjo, che ha creato questi moderni progetti di case con un accenno alle tradizionali ville dell’Algarve per cui è famoso. Questo complesso pilota verde servirà anche come progetto di ricerca per l’Università dell’Algarve, che avrà un’area speciale per sviluppare e sperimentare nuove tecnologie di energia rinnovabile.
Green Concept Management, con sede a Londra, ha svelato i piani per quello che sostiene essere il primo resort immobiliare di lusso “sostenibile” del mondo. Il progetto, denominato Eco Zero Power Residence, include 20 case unifamiliari situate nella zona di Portimão, che secondo l’azienda permetteranno ai suoi abitanti di vivere una vita libera da CO2. Con il supporto del Comune di Portimão e in alleanza con l’Università dell’Algarve, questo progetto sarà il primo del suo genere a offrire alloggi di lusso senza emissioni di carbonio in Europa.

L’obiettivo è mostrare il resto del Portogallo, e l’Europa, che un intero sviluppo può essere autosufficiente dal punto di vista energetico da gennaio a dicembre, grazie all’energia rinnovabile prodotta da pannelli solari e micro-turbine. Oltre a un approvvigionamento di energia rinnovabile di costruzione singola, sostenibile e apparecchiature elettriche economiche, ogni casa includerà un’auto elettrica, della gamma Renault Zoe, che permetterà ai suoi abitanti di muoversi nella regione rispettando l’ambiente. Per dimostrare la fattibilità del progetto, Green Concept Management ha condotto uno studio basato sul consumo medio di una famiglia di quattro residenti permanenti (nella regione di Portimão, occupando 300m² con un alto livello di comfort moderno). I risultati mostrano che questo tipo di struttura consuma circa 70.000 KWh all’anno (vedi grafico), cioè una produzione di circa 42,5 tonnellate di CO2 all’anno. Tuttavia, se il 100% della sua energia elettrica fosse fornita da pannelli solari, potrebbe risparmiare fino a 37,5 tonnellate di CO2 all’anno, riducendo le emissioni totali annuali a 4,5 tonnellate di CO2.

Questo significa che una Residenza Eco Power Zero potrebbe, in effetti, fornire un alloggio 24 ore su 24 con solo il 10% di emissioni di CO2 rispetto a uno stile di vita normale. “Crediamo che sia possibile a Portimão“, ha detto Guy de Maillé, presidente di Green Concept Management. Anche la sindaca di Portimão, Isilda Gomes, è d’accordo. In un’intervista esclusiva ha detto che “la scienza e la tecnologia sono evolute in modo tale che penso che un giorno sarà possibile un bilanciamento del carbonio“. Ha aggiunto che “L’Algarve è il luogo ideale per questo tipo di progetti grazie alle sue risorse naturali. Abbiamo la capacità di sfruttare e immagazzinare energia solare, possiamo fare un grande passo verso la riduzione delle emissioni di CO2“. Come membro della “Commissione Nazionale per l’Ambiente e lo Sviluppo Sostenibile”, la sindaca è naturalmente entusiasta di questo progetto, che spera porterà anche più turismo di qualità nella regione. “Non ho dubbi sulla qualità eccellente di questo progetto che sicuramente attirerà un turismo diverso, con maggiore potere d’acquisto, che vogliamo anche per la nostra città. Vogliamo risvegliare l’economia“. Il nuovo resort sarà costruito nella regione di Mexilhoeira-Grande, scelta per la sua eccellente esposizione solare, accessibility, vicinanza a zone chiave di intrattenimento come spiagge e campi da golf, ma soprattutto perché non è ancora sovraffollata. “Per noi, Portimão è il posto giusto, considerando l’ambiente, le attività sportive, le strade, l’aeroporto e naturalmente il clima”, spiega Guy de Maillé. Secondo il sindaco, “dato che il progetto sarà costruito a Mexilhoeira-Grande, non aggiungerà pressione sulle zone costiere che sono già densamente popolate”. È a favore di questo progetto che considera innovativo, “Non somiglia a nulla che abbiamo visto finora e merita la nostra massima attenzione. Inoltre, è molto ben progettato“. Secondo lei, i progetti autosostenibili apportano un contributo prezioso al turismo, “E siccome al momento non abbiamo nulla di simile, un progetto come questo sarà eccellente per Portimão e l’Algarve“, ha aggiunto. Il progetto energetico per le residenze di lusso, che include 5 camere da letto, una piscina, un garage e altre strutture, è stato progettato dal celebre architetto francese Henrich Fitger, utilizzando metodi costruttivi moderni, in particolare per quanto riguarda i materiali isolanti termici e di protezione solare. La progettazione architettonica è stata affidata all’architetto portoghese João Nuno Laranjo, che per questo progetto ha realizzato case contemporanee che conservano il fascino delle ville tradizionali dell’Algarve, che lo hanno reso noto. Per quanto riguarda il prezzo, Guy de Maillé ci dice che “una villa di circa 300m² di spazio abitabile, con un giardino di 2.500m², non supererà i 600.000 Euros”. Questa stazione pilota servirà anche come progetto di ricerca per l’Università dell’Algarve, che sarà responsabile dello sviluppo, così come un’area speciale dedicata allo sviluppo e ai test di nuove tecnologie di energia rinnovabile. Miguel José Oliveira, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università, sottolinea che si tratta di “un progetto pioniere, con un componente di innovazione molto importante”, e dato che l’Università dell’Algarve ha il “know-how” necessario, il suo team spera di poter contribuire a sviluppare il progetto e a farlo diventare realtà.

  • 16.400 kw/h riscaldatore 23,6% 23,6%
  • 29.600 kw/h raffreddamento 42,5% 42,5%
  • 1.300 Kw/h produzione di acqua calda 1,9% 1,9%
  • 6.600 kw/h Consumo della casa e della cucina 9,5% 9,5%
  • 5.500 KW/H Comunicazione e informatica 7,2% 7,2%
  • 3.600 KW/H illuminazione 5,2% 5,2%
  • 7.100 KW/H Totale comfort e tempo libero 10,1% 10,1%
  • 69.600 KW/H consumo totale 100% 100%